Se pensate che i nostri vicini tedeschi siano un popolo incolto, vi sbagliate in pieno. A loro dobbiamo quasi 500 anni di sviluppo culturale in Europa, dal momento che sono stati proprio i grandi pensatori, filosofi e filologi tedeschi che hanno segnato la cultura occidentale negli ultimi secoli. Dall’invenzione della stampa in poi, la Germania è stata il punto di riferimento culturale del mondo occidentale e non solo. Se state pensando che una vacanza studio in Germania è quello che fa per voi in questo momento, vi diamo tre buoni motivi in più per non pensarci due volte!

1. Un libro su dieci al mondo è pubblicato in tedesco

80 mila libri all’anno vengono pubblicati in Tedesco. Solo il Cinese e l’Inglese sono più rappresentati nel mondo editoriale e Monaco di Baviera è il secondo centro editoriale al mondo dopo New York. Siccome solo una piccola percentuale di libri in Tedesco viene tradotta in altre lingue (ad esempio solo il 10% in Coreano e Cinese, solo il 5% in Inglese), sapere leggere in Tedesco vi consentirà di potere leggere tutti questi titoli.

goethe

2. Nazioni che parlano Tedesco hanno una ricca tradizione culturale

Cittadini di nazioni che parlano Tedesco sono spesso caratterizzati come ‘poeti e filosofi’.

Johann Wolfgang von Goethe, Thomas Mann, Franz Kafka e Hermann Hesse sono solo alcuni dei nomi conosciuti internazionalmente per le loro opere. Il mondo della musica classica è legato ai nomi di Mozart, Bach, Beethoven, Strauss e Wagner e Vienna rimane un centro della musica a livello mondiale.

La filosofia e le scienze sarebbero molto più povere senza il contributo di coloro che parlano Tedesco. Kant, Marx, Hegel, Nietzsche, Freud, Jung e la lista continua senza parlare del numero di premi Nobel vinti da Tedeschi, Svizzeri e Austriaci.

La conoscenza del Tedesco vi consente di accedere alle opere di tutti questi luminari nella lingua originale nel quale vennero create e che riflette la cultura che le generò.

3. La Germania fornisce assistenza finanziaria a 60 mila scambi internazionali ogni anno

Il Deutscher Akademischer Austausch Dienst sponsorizza professori, scienziati, maestri e studenti per periodi di ricerca e studio all’estero. Circa il 40% sono stranieri che vengono sponsorizzati per partecipare a scambi culturali in Germania.

Insomma se vi interessa emigrare in Germania o andarci per un periodo breve per motivi di studio, vacanza o lavoro, la conoscenza del Tedesco vi aprirà moltissime porte! A quando le prossime  vacanze studio in Germania?!

Pensate che l’inglese non faccia per voi? Non lasciatevi suggestionare dal voto dell’ultimo esame che avete fatto. Scegliete piuttosto di superare l’ostacolo con  vacanze studio in un paese anglofono, come gli Stati Unitiper esempio! Vivrete un’esperienza unica nella quale studio e divertimento costituiranno un binomio inscindibile!

Tra le tante, allettanti proposte che gli Stati Uniti offrono per vivere delle vacanze studio indimenticabile, una farà per voi se siete amanti dell’architettura, dell’ingegneria civile e soprattutto, dei ponti: San Francisco, California! 

Una città multiculturale, dinamica, poliedrica, in cui a farla da padroni sono il Golden Gate Bridge e l’Oakland Bay Bridge .

Il primo è forse il ponte sospeso più famoso del mondo. È verniciato di arancione, è imponente, ma soprattutto, è il protagonista indiscusso di tutti i film girati a San Francisco! Da Cruel Intentions a Superman, da 007 a L’uomo bicentenario, sono moltissimi i film ambientati totalmente o parzialmente in California che lasciano intravedere il Golden Gate Bridge.

Inaugurato nel 1937, il ponte è diventato simbolo della città ed è stato dichiarato Meraviglia del mondo dall’Associazione degli Ingegneri civili americani. Una curiosità: quando se ne iniziò la costruzione nel lontano 1933, fu predisposto un sistema di sicurezza costituito da una rete collocata nella parte inferiore del ponte. Un sistema all’avanguardia che avrebbe prevenuto molte morti sul lavori. 19 persone si salvarono grazie a questa protezione e decisero di fondare un club originale, denominato Halfway to hell club, il club a metà strada verso l’inferno!

L’altro ponte storico di San Francisco è l’Oakland Bay Bridge, e collega la città alla baia di Oakland. Se notoriamente pensate che il Golden Gate Bridge sia molto più antico dell’Oakland Bay Bridge, vi sbagliate, in quanto quest’ultimo è stato aperto sei mesi prima del suo collega! È un ponte a due piani ed inizialmente il piano superiore era predisposto al traffico automobilistico mentre il piano inferiore era adibito al trasporto di merci e al traffico ferroviario. Dal 1963, il ponte è predisposto esclusivamente al traffico automobilistico, con cinque corsie nel livello superiore ed altrettante nel livello inferiore. Il ponte si danneggiò nel terremoto del 1989, che causò la caduta di una sezione della porzione superiore. Attualmente, circa 270mila veicoli attraversano giornalmente entrambi i livelli, dunque non vi preoccupate: il ponte è transitabile senza problemi!

Ingegneria, architettura, storia concentrate in una sola città: San Francisco. La destinazione che farà delle vostre vacanze studio un’occasione per perfezionare l’inglese e vivere in pieno l’american way of life!

Durante l’estate tutti (o quasi) abbiamo bisogno del mare, del sole e dei tramonti  in spiaggia per rilassarci e dimenticare la routine quotidiana. Per molti studenti però, questa stagione e’ la più adatta per affrontare le proprie lacune linguistiche e per programmare quindi di migliorare il proprio inglese con vacanze studio all’ estero.

Malta per noi italiani e’ una buona soluzione data la vicinanza e vista la sua peculiarità di isola del Mar Mediterraneo in cui la lingua co-officiale e’ l’inglese!

Per questo motivo, moltissimi ragazzi scelgono questa meta per le loro vacanze studio durante i mesi estivi e questo rende le isole (Malta, Gozo e Comino, le isole abitate dell’arcipelago) molto animate soprattutto durante luglio ed agosto.  La vita notturna prevede moltissime proposte che vanno dai bar in cui andare a prendere una birra prima o dopo cena, sino a discoteche che ospitano i maggiori dj al mondo! La maggior parte della vita notturna di Malta si concentra a Paceville, un quartiere di St. Julians in cui troverete vari club in cui ballare fino al mattino. Avrete grande scelta tra vari generi musicali: salsa, house, elettronica e tecno, rock, ecc per ballare fino alle 5 del mattino! Tra le varie discoteche, vi consiglio Axis, la più grande dell’isola di Malta la cui capacità raggiunge le 3.000 persone!

Per chi ama serate più tranquille, vi sono moltissime proposte tra ristoranti, bar, karaoke, locali con musica live e terrazze sul mare. Potrete anche passare una serata unica in barche adibite a locali notturni per godervi il mare anche la notte! 

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto con cui potersi muovere anche di sera, a parte i taxi troverete una buona rete di autobus, minibus e taxi acquatici, e se sarete fortunati potrete essere trasportati dalla barca tradizionale maltese “dghajsa” che potrete trovare al Porto Grande, a Valletta, Seglea o Vittoriosa. L’isola di Gozo invece e’ collegata a Malta dai ferry “ro-ro” che possono trasportare sia persone che automobili e la cui corsa dura circa 30 minuti.

In caso affittiate una macchina o un motorino, ricordatevi che a Malta guidano a sinistra!

Se quindi state pensando di prenotare le vostre vacanze studio Malta con l’intento di rilassarvi anche tra mare e divertimento, non ne rimarrete di certo delusi!

Alessandra Bonardi

 

Spesso vi sarà capitato di dover definire il vostro livello di conoscenza linguistica in inglese o altre lingue e non sapere come dare una risposta “ufficiale”. Per esempio, se voleste prenotare delle vacanze studio per la preparazione di esami quali il TOEFL, IELTS, Cambridge, DELF o DELE, vi verrebbe richiesto un livello minimo pari al B1 o B2 in base alla scuola di lingua scelta.

Il Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle Lingue (QCER) si sviluppò tra il 1989 ed il 1996 attraverso un’approfondita ricerca di diversi gruppi di lavoro, i cui risultati furono consolidati dal Consolato Europeo per applicare uno standard a tutti gli esami di lingue europee. 

I livelli di riferimento del QCER sono quindi sei e sono ormai utilizzati dalla maggior parte degli enti  di certificazioni delle varie lingue europee:

  • A1 – LIVELLO BASE: lo studente riesce a comprendere ed utilizzare espressioni e frasi molto semplici. Può presentarsi e proporre e rispondere a domande su dettagli personali (es: il suo nome, da dove viene, dove vive).
  • A2 – LIVELLO ELEMENTARE: lo studente capisce frasi ed espressioni comuni. Riesce ad utilizzare frasi routinarie e che richiedono uno scambio semplice e diretto su argomenti familiari. Può descrivere in termini semplici aspetti riguardanti la propria origine ed il proprio ambiente.
  • B1 – LIVELLO PRE-INTERMEDIO: lo studente riesce a capire i punti principali di una conversazione su aspetti familiari riguardo al lavoro, la scuola, gli hobby e la maggior parte delle situazioni. Puo’ creare testi semplici riguardo argomenti di suo interesse o personali. Puo’ descrivere eventi, sogni, speranze e ambizioni e spiegare le proprie opinioni.
  • B2 – LIVELLO INTERMEDIO: lo studente può capire le idee principali di un testo complesso su temi concreti o astratti e sviluppare discussioni tecniche riguardo la sua specializzazione. Le sue espressioni sono fluide e spontanee e permettono una interazione normale con i nativi della lingua.
  • C1 – LIVELLO POST-INTERMEDIO: lo studente capisce vari testi complessi e lunghi e si esprime con naturalezza. Può inoltre sviluppare testi chiari e dettagliati, anche per scopi professionali, che presentano una struttura ben costruita.
  • C2 – LIVELLO AVANZATO: lo studente sa esprimersi in maniera molto spontanea e comprende tutto ciò che legge o sente, anche le sfumature di significato più complesse.

Quindi, vi consigliamo di fare fede a questa suddivisione tra livelli per comunicare il vostro reale livello di conoscenza linguistica, in quanto quando vi iscriverete ai soggiorni studio all’estero effettuerete test di livello che si atterrano a questa suddivisione!

 

Alessandra Bonardi

Se vi trovate a Barcellona per le vostre vacanze studio, non potrete di certo non passare dal magnifico Zoo nel Parco della Ciutadella.  Soprattutto quest’anno che celebrerà il suo 120° anniversario, dopo più di un centenario dalla sua apertura nel lontano 1892 durante il giorno della Mercèpatrona di Barcelona. I primi animali furono donati da collezioni private di signori della città e dei dintorni e attualmente consta di una delle collezioni più grandi di animali in Europa. Durante molti anni, dal 1966 al 2003, lo Zoo ha ospitato Fiocco di Neve, l’unico gorilla albino conosciuto al mondo.

Sin dall’inizio questo parco ha avuto fini educativi nei confronti dei propri cittadini. Attualmente, sostiene tre precisi obbiettivi: conservazione, ricerca ed educazione. E quest’anno per celebrare il suo 120° compleanno ha imbandito un concorso per stimolare i ricordi e la fantasia dei suoi visitatori con la fotografia: “Mural de les Històrias del Zoo de Barcelona, invitanto il pubblico maggiore d’età ad inviare le loro storie fotografiche per costruire un grande murales di fotografie che riportino alla memoria l’evoluzione di questo bellissimo spazio della capitale catalana. I visitatori potranno quindi inviare le foto dei loro momenti all zoo, sia del passato che del presente, sia con strumenti fotografici semplici che professionali. Ogni partecipante potrà inviare entro il 5 agosto fino a 4 fotografie per ognuno dei seguenti periodi storici: dal 1888 al 1936, dal 1936 al 1956, dal 1956 al 1992 e dal 1992 al 2012.
Tutte le foto faranno parte di un enorme murales installato all’interno del giardino zoologico ed il 24 settembre 2012, giorno della Mercè, sarà la grande festa.

Le quattro foto più votate dagli utenti tra tutte quelle pubblicate sul sito web del concorso riceveranno il pack dei prodotti di merchandising dello Zoo e la tessera annuale del Club Zoo, che offre alle famiglie ed a tutti coloro che amano gli animali e la natura una scelta esclusiva per il tempo libero nel cuore della città di Barcellona.

Se quindi sarete in zona nelle prossime settimane per le vostre vacanze o i vostri soggiorni studio, vi consiglio di passare allo Zoo e scattare le vostre migliori fotografie!

Alessandra Bonardi

Questa sera Barcellona ballerà a ritmo del jazz più autentico.

La band americana The Soul Rebels porterà l’essenza del jazz di New Orleans per le strade della capitale catalana a bordo di un autobus turistico in occasione del 44esimo Voll-Damm Festival Internacional de Jazz de Barcelona


Il festival musicale avrà inizio alle 16,30 con una microconcierto in Paseo de Gracia, comprese le vie Arago e Valencia. Poi inizierà il tour jazz con la band sul bus per le strade di Barcellona, alle 19.00 è previsto un ulteriore microconcerto in Plaza Francesc Macia e Calle Comte d’Urgell.
Per coloro che vogliono godersi della ottima musica made in USA durante le vacanze studio Barcellona, potranno ascoltare questa band che sta andando forte nel panorama di New Orleans, anche durante il martedì. La band presenterà infatti il suo ultimo album Unlock your mind Martedì 17 luglio nella Sala Bikini.
La band The Soul Rebels, che hanno aperto anche molti concerti dei Metallica, tra gli altri gruppi, ha anche fatto i suoi primi passi nel mondo della televisione ed è apparso in ‘Treme’ la serie televisiva che segue le vicende degli abitanti della città nello stato Louisiana, che è stato parzialmente distrutto dall’uragano Katrina nel 2005.
Tra gli altri protagonisti del Voll-Damm Festival Internacional de Jazz de Barcelona, che potrete scoprire durante le vostre vacanze studio, troviamo il sassofonista nortamericano Sonny Rollins, il pianista Brad Mehldau e il tastierista e compositore Chick Corea che offrirà il concerto di chiusura presso il Palau de la Musica il 30 novembre. In co-produzione con l’Istituto francese di Barcellona, Irène Jacob presenterà anche il suo ultimo album, Je sais Nager, al Luz de Gas il 10 novembre.

 

La giornata del 4 luglio si celebra la Festa dell’Indipendenza degli Stati Uniti. Questa è una delle celebrazioni più spettacolari di tutto il paese, questa estate se state facendo le vacanze studio USA, sapete benissimo di cosa stò parlando.

Dal momento che i padri fondatori hanno firmato la Dichiarazione d’Indipendenza il 4 luglio 1776, la data è sempre stata riconosciuto come il Giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti. Cosa è realmente accaduto il 4 luglio 1776? Le colonie hanno deciso di dichiarare l’indipendenza dalla Gran Bretagna. Attraverso un decreto è stato deciso che i coloni non erano più governata dai re d’Inghilterra. Le motivazioni principali erano le imposte elevate e la ferma volontà da parte delle colonie all’auto-determinazione. Questo è l’evento che si celebra ancora oggi, affermando il diritto alla libertà di non  sottostare al dominio di un’altra nazione, e quindi il dirittio all’autodeterminazione. Il modo di celebrare il 4 luglio non è cambiato molto nel corso degli anni. In un primo momento, durante il XVIII secolo sono stati organizzati barbecue, parate, picnic e fuochi d’artificio. Oggi hanno aggiunto alcune gare e concorsi, come quella di chi mangia più anguria più velocemente, o chi ingoia più hot dog.

A New York, da oltre un secolo, si svolge la “Nathan Contest Hot Dog“, la più grande gara del consumo di hot dog del mondo, e si svolge a Coney Island. Il vincitore vince 10.000 dollari, quindi non c’è da meravigliarsi che le persone si allenino per mesi per vincere. A detta di tutti, la tradizione è iniziata nel 4 luglio 1916 quando quattro immigrati gareggiato a livello locale “Famous Nathan” Coney Island per misurare la loro patriottismo in base a quanto velocemente sono riusciti a mangiare un hot dog. Quindi, se avete uno stomaco di ferro, fermatevia gareggiare durante i vostri soggiorni studio.

Le vacanze studio in Russia sono sempre più popolari, grazie alla sua economia emergente. Per un attimo, però,  proviamo a pensare alla Russia come destinazione balneare. Chi avrebbe messo nel bagaglio un costume da bagno andando in Russia? C’è un luogo sulla costa del Mar Nero, dove una grande spiaggia di fine sabbia dorata invita il viaggiatore a scoprire questo paese come quello in cui è possibile prendere il sole e farsi una nuotata.

Alla stessa latitudine della Costa Azzurra, la regione di Krasnodar di Russia è una zona che unisce mare e montagna, grazie alla sua posizione ai piedi del Caucaso. Un sacco di persone conosciute scelgono questa destinazione, Stalin possedeva una ‘dacha’(tipica casa di campagna russa), Vladimir Putin frequenta ogni inverno le sue piste da sci.

Ma il problema principale è che, di fronte alla costa del Mar Nero, c’è una carenza strutturale di servizi. La maggior parte dei turisti preferisce trascorrere l’estate in una delle grandi località della costa turca sul Mediterraneo o nel Mar Egeo piuttosto che prendere il sole sulle spiagge russe.

Ora, la Russia ha deciso di ruotare di 180 gradi e adeguare le sue coste  alle esigenze del turismo di massa. Una delle prime città della Russia ad accettare la sfida è stata Guelendjik, ha costruito quattro parchi acquatici per il divertimento dei visitatori. Inoltre, la catena alberghiera Gazprom, ha appena aperto un albergo a cinque stelle con spiaggia privata di lusso in zona. Questa località offre 20 chilometri di spiaggia, fiancheggiata da alberi di pino e un lungomare pieno di caffè, lo scorso anno ha ospitato oltre un milione di turisti, quattro volte in più rispetto al 1998, Guelendjik ha scelto di godersi il sole e il mare.

Nonostante tutti questi miglioramenti messi in atto per attirare molti turisti, le spiagge della costa di Guelendjik hanno ancora a che fare con la sporcizia delle acque, la città, infatti, si trova a circa 20 chilometri da Novorossiisk, il principale porto russo e terminal petrolifero di livello mondiale. Questo, unito alla mancanza di infrastrutture per l’acqua potabile e per gli scarichi industriali e agricoli, fanno si che Guelendjik debba ancora migliorare molto per essere inserita nella lista delle destinazioni balneari da visitare assolutamente.

Le vacanze studio Los Angeles sono su un altro pianeta rispetto a questa meta russa, ma è pur sempre un inizio!

Francoforte è la più grande città nello stato di Hesse, ed è considerata la città più internazionale della Germania, oltre ad essere situata in una valle sotto la collina Taunus a nord, nel centro della regione, ideale per le vacanze studio. Fin dalla sua nascita, nel XII secolo, Francoforte era una città commerciale in mezzo all’Europa, e nei suoi primi anni ha attratto la gente dal Mar Baltico al Mediterraneo.

Perché visitare Francoforte?
Francoforte è ancora il centro finanziario della Germania, concentrando grandi quantità di capitali e investimenti nei trasporti, non dobbiamo ignorare l’aspetto del turismo e il tempo per esplorare la città e godersi l’esperienza gratificante, interessanti musei, centri commerciali di fama, opere di classe mondiale e alcuni quartieri affascinanti come Nordend e Bockenheim.

Quando visitare Francoforte?
Se avete intenzione frequentare le vacanze studio a Francoforte è necessario prima controllare il calendario delle feste e degli eventi e, forse, evitare che il vostro soggiorno coincida con una delle tante fiere ed eventi internazionali di grandi dimensioni organizzate in città, perché questo rende le cameredi hotel e i tavoli al ristorante veramente difficili da trovare. Il momento migliore per una vacanza a Francoforte è l’estate quando il tempo è soleggiato e caldo, con occasionali giorni di pioggia.

Se la vostra lingua è il tedesco e dei corsi di inglese a Londra non ve ne può fregar di meno, fate un pensiero a Francoforte, una affascinante città tedesca senza tempo.

La cucina Catalana

06/07/2012

Una delle attrazioni di Barcellona meno conosciute, ma assolutamente di spicco durante le vacanze studio Spagna, è la buonissima cucina Catalana. La cucina catalana, spicca nella dieta mediterranea ed è principalmente caratterizzata da numerosi e rinomati dolci. Gli ingredienti arrivano dal mare e dai campi e sono la chiave fondamentale per il successo dei piatti popolari catalani.

La maggior parte di questi piatti sono rurali. Grazie alla sua lunghezza geografica la sua cucina può approfittare di una varietà di ingredienti nelle ricette, che comprendono i prodotti della montagna, della campagna e del mare, con olio d’oliva, lardo, aglio, cipolle, ortaggi, frutti di mare freschi, riso, verdure, erbe aromatiche e dolci assortiti.

La Catalogna ha quattro ristoranti presenti sulla guida Michelin a tre stelle a El Bulli di Ferran Adria a Cala Montjoi; Santi Santamaria di Can Fabes a Sant Celoni; Sant Pau, Carme Ruscalleda a Sant Pol de Mar.

La salsa è un complemento fondamentale in molti piatti della cucina catalana, e per secoli, queste ricette sono state accompagnate con maionese all’aglio, salsa, ratatouille.

A Girona il riso è rinomato, in combinazione con i prodotti provenienti dalle montagne come funghi, o combinazioni di pesci come la rana pescatrice cotta con frutti di mare, nasello, orata, branzino e crostacei come l’aragosta, o prodotti di terra come lumache o salsiccia combinate con diversi prodotti come i fagioli. Nella pasticceria la crema catalana è un must.

A Barcellona troviamo una cucina più cosmopolita, dominata da piatti preparati con verdure alla griglia, pane con pomodoro o panellets.

In Lleida, la gastronomia è varia e ricca, in particolare l’uso abbondante prodotti dell’orto e frutta, ed è una delle regioni produttrici di frutta più importanti della penisola. Pere, prugne, pesche, nettarine e mele fanno parte della sua cosiddetta cucina di frutta.

Le carni più importanti della zona sono l’anatra, il coniglio, il pollo, il tacchino e soprattutto di maiale.

Tra i dolci svettano: patissets, macedonie di frutta, muffin e mele al forno ripieni di noci.

Infine, in Tarragona i piatti spesso contengono frutti di mare. Il xató, casseruola di pesce, il Esmarris zarzuelas o i frutti di mare sono solo alcuni dei loro piatti principali.

Questi piatti sono sempre in buona compagnia con un buon vino, magari in una terrazzina durante le vostre vacanze studio.