Anche se molte persone si recano a visitare luoghi e nazioni in modo superficiale, le vacanze studio offrono l’opportunità di conoscere in profondità la cultura e i luoghi che suscitano grande interesse. Con una vacanza studio potrai visitare la Grande Mela, New York, quella città così magica. Ma perché la chiamano la Grande Mela?

Tha Big Apple (La Grande Mela) è il soprannome più notodella città di New York, anche se la maggior parte degli abitanti della città non ne fanno uso praticamente mai. Non si sa con assoluta certezza perchè si usi questo nome, ma secondo gli studi svolti presso la University of Missouri, sono stati in grado di spiegare che il termine deriva dalla tradizione afro-americana.

Il termine della Grande Mela è diventato popolare negli anni ’20 grazie a John J. Fitz Gerald, un giornalista sportivo del New York Morning Telegraph, che sembra sia stato il primo ad usare il termine per riferirsi alla città. Da J F Gerald in poi il soprannome Grande Mela è diventato popolare. Negli anni ’30 “The Big Apple” era una canzone popolare e, negli anni ’50, scrittori come Walter Winchell, hanno usato spesso questa espressione.

Il soprannome divenne famoso anche grazie al jazz. I musicisti erano di “Big Apple” quando avevano un contratto per suonare al posto migliore in città. Durante gli anni ’60 il termine è stato quasi dimenticato, ma il decennio successivo l’ufficio turistico della città, ha usato per promuovere la città. Questa strategia darebbe l’idea di una città sana, al contrario di New York in quegli anni era una città con alto tasso di criminalità.

Le vacanze studio USA ti danno la possibilità di conoscere questa e molte altre curiosità sulle tue destinazioni. Ma, in USA, si può anche studiare a Boston, Santa Monica, San Francisco, San Diego, Miami, Fort Lauderldale o addirittura Hawaii. È tempo di prenotare un corso con la borsa di studio MEC inglese e iniziare a imballare le proprie cose, che gli Stati Uniti vi attendono.

Annunci

San Francisco è una meta sulla costa ovest tra le più scelte per le vacanze studio. Questa città californiana attira migliaia di turisti e studenti che vengono a scoprire la vita culturale e artistica della città.

Con quasi 7 milioni di persone, San Francisco è al quarto posto tra le città più popolose degli Stati Uniti. La sua popolazione ha origini  delle più diverse, non sorprende trovare tra i 90 quartieri della città, il quartiere cinese, quello giapponese o quello latino. Ogni quartiere è diverso e ha il suo fascino.

Iniziamo la nostra panoramica dei quartieri a Mission, il quartiere più antico della città. Abitato in prevalenza da persone di origine ispanica. Attualmente, il quartiere sta vivendo una riqualificazione graduale. Ideale per una serata fuori.

Il centro è composto quasi esclusivamente da alberghi, ristoranti e negozi di lusso, questa non è l’area più interessante della città.

Haight Ashbury è il luogo di nascita del movimento hippie americano. Un quartiere che ha avuto i suoi giorni di gloria negli anni 60, che ha coinvolto più di una dozzina di flussi di contro cultura. Letteralmente devastato dall’eroina negli anni ’70, il quartiere ha vissuto una fase di violenza diffusa.

La  Chinatown di San Francisco sembra una vera e propria piccola Shanghai, quando il mercato si apre il Sabato e la Domenica mattina. Dopo New York, è la più popolosa “città cinese” al di fuori dell’Asia. Da vedere!

Il Fisherman Wharf District è il quartiere di pescatori. Oggi ci sono principalmente ristoranti dove vengono serviti piatti di pesce fresco e alcuni negozi. E’ da questa zona che vengono organizzati viaggi per visitare il famoso carcere di Alcatraz sull’omonima isola. Seguite le orme di grandi prigionieri famosi come Al Capone e Frank Morris.

Questi sono solo alcuni dei quartieri che animano la città; una città ricca di differenze etniche, culturali e sessuali, che l’hanno resa la città più liberale d’America.
La sua posizione sulla costa Californaina la rende una base privilegiata da cui esplorare tutta la costa pacifica degli USA. L’icona, cui non potrete non fare una foto durante i soggiorni studio, è sicuramente il Golden Gate Bridge, un ponte Rosso in acciaio diventato negli anni tra i ponti più famosi al mondo.

Stavo sfogliando un giornale spagnolo, durante le mie vacanze studio, e mi sono capitati sott’occhio alcuni dati interessanti e curiosi che mettevano a confronto alcuni dati su tre paesi molto diversi tra loro: USA, Spagna e Etiopia.

Di seguito vi riporto i più interessanti.

In USA la popolazione obesa è pari al 30,5 % in Spagna le persone sovrappeso sono il 13 % in Etipoia solo il 4,5 %. Un dato che sicuramente non centra niente con il precedente ma forse si è il numero di Mc Donald’s presenti nei tre paesi: 12.804 negli Stati Uniti, 276 in Spagna e un tondissimo 0 in Etiopia.

Altri dati interessanti che aiutano in parte a comprendere questi tre paesi sono il numero di soldati: 1.366.000 in USA, 352 mila in Etiopia e solo 166 mila in Spagna. La Spagna vince la classifica per il maggior numero di donne in parlamento con il 22 % seguita dal 13 % degli USA e dal 2 % dell’Etiopia.

La Spagna inoltre “vince la classifica dei fumatori” con un 28 % di popolazione che fa uno di tabacco seguita da USA 17,5 % e Etiopia 9 %. Anche l’alcol è in cima ai pensieri e ai gusti degli spagnoli con 11,5 litri pro capita contro gli 8,3 americani e i 7 dell’Etiopia.

Gli USA battono sonoramente tutti in ambito accademica con 168 università nella top 500 delle più prestigiose università del mondo, seguita dalla Spagna con 9 e dall’Etiopia con uno sconsolante 0. I premi nobel sembrano essere in proporzione con il dato precedente, sono stati ben 270 in USA, 8 in Spagna e 0 in Etiopia.

I divorzi in Spagna sono il 75 % rispetto ai matrimoni in USA il 45 % in Etiopia il 45 %.

L’età media pro capite in Spagna è di ben 82 anni contro i 78 degli USA e solo i 56 dell’Etiopia.

Dopo questo triste dato concludo questo breve articolo su alcuni dati significativi di 3 paesi con la percentuale di persone che fumano marijuana. Sono il 12,5 della popolazione americana, il 7,5 della popolazione spagnola, i dati dell’Etiopia purtroppo in questa categoria non sono disponibili.

Certo non centrano molto con i corsi di inglese a Londra o con viaggi esotici, ma mi hanno incuriosito e mi hanno spinto a cercare gli stessi dati relativi all’Italia, i risultati a tratti mi hanno sorpreso.

Quando si stanno pianificano le vacanze studio, oltre alla scelta del luogo verso cui partire, bisogna decidere anche quando partire. Il clima può influire non poco sulle attività che si desidera svolgere e sulla qualità della vacanza. Questa regola non è valida solo per le vacanze al mare o in montagna,  vale anche per le vacanze in città, e New York e la città, più città di tutte.

Il clima di New York è formato da quattro stagioni ben distinte. La stagione più fredda dell’anno è l’inverno. L’inverno a New York inizia a dicembre e dura fino alla fine di marzo, ma è possibile che si possa vedere la neve in qualsiasi momento tra ottobre a maggio. La temperatura media in città durante l’inverno varia tra 3 e 4 gradi. Non vedrete molta pioggia, ma vedrete un sacco di neve. Durante un inverno tipico, New York riceve tra il 70 e 130cm di neve.

In una giornata tipicamente primaverile, le temperature variano tra i 7 e i 20 gradi. Il cambio di stagione tra l’inverno e la primavera spesso è repentino e velocissimo. Le notti sono fresche, e la pioggia abbondante. Le precipitazioni medie mensili da marzo a maggio sono di solito tra i 7 e gli 8 cm.

Il clima in estate è esattamente l’opposto di quello invernale. A New York, l’Oceano Atlantico ha un forte impatto sul clima e le giornate d’estate possono essere molto calde e molto umide. Anche i grandi laghi a nord dello stato contribuiscono a far aumentare l’umidità. La temperatura media tra giugno e agosto varia tra i 16 ei 30 gradi.

In autunno le temperature cominciano a scendere, le foglie cadono dagli alberi e la città si prepara per un nuovo inverno. L’autunno non è particolarmente freddo, la temperatura media, infatti, varia tra i 5 ei 10 gradi.

La città, durante il periodo natalizio, è semplicemente magica, se poi alle luci si unisce la neve diventa impareggiabile. Le stagioni più calde permettono di muoversi con molta maggior facilità e danno la possibilità di godersi fino in fondo le strade della città. La scelta del periodo è legata, come sempre ai gusti personali e alle attività che si vogliono svolgere durante le vacanze studio USA.

New York è considerata da molti la capitale del mondo occidentale. Sono in tanti a sognare questa fantastica città, mille volte vista nei film al cinema. Di seguito vedremo le 5 più classiche attrazioni che uno studente durante le vacanze studio USA a New York non può non visitare.

La statua della libertà è forse il simbolo più famoso di questa città e sicuramente una delle attrazioni più classiche e gettonate della grande mela. La statua è nell’immaginario collettivo il simbolo della grande mela e uno dei simboli di tutta l’America.

La seconda tappa è un’altra icona di New York: l’Empire State Building. Salire i 102 piani del grattacielo è un’altra di quelle esperienze che sono irrinunciabili per un turista. Dalla terrazza si può vedere tutta la città di New York e non solo.

Come avrete immaginato, nella nostra mini classifica, non poteva mancare Central Park con il lago le vie per fare jogging e tutte quelle sfumature che abbiamo cominciato ad apprezzare nei film.

Alcuni considerano Time Square il centro esatto di Manhattan e quindi di New York. Immancabile una passeggiata col naso all’insù nella pizza dove ogni 31 dicembre si celebra una delle feste di capodanno più famose al mondo.

Non poteva mancare il Rockefeller Centre nel nostro tour classico di New York, magari durante il periodo natalizio quando l’albero di Natale più famoso al mondo illumina la piazza e la pista di pattinaggio.

Anche se abbiamo già raggiunto le 5 attrazioni più classiche di New York non poteva mancare una menzione a uno dei ponti più belli e conosciuti al mondo, il Ponte di Brooklyn immancabile nelle foto di ogni turista di passaggio per la grande mela.

Queste sono solo le 6 più famose attrazioni che New York ha da offrire a chi la visita. Se la sceglierete per le vostre vacanze studio, sicuramente queste saranno alcune delle attrazioni che visiterete per prime, ma New York ha tanto tantissimo altro da offrire, non a caso è una delle città più grandi e grandiose al mondo. Quindi non temete dopo i corsi di inglese avrete una città immensa da vivere, fatta si di grandi monumenti ma anche di piccole vie bar e locali sparsi un po’ ovunque che animano notte e giorno la città che non dorme mai.