Imparare l’inglese guardando dei telefilm è un metodo infallibile, piacevole ed efficace. Se vi piacciono le serie, sapete benissimo quanto sia facile lasciarsi catturare e quanto difficile sia aspettare fino all’episodio successivo! Non vedete più niente nella maniera in cui lo vedevate prima, ma soprattutto volete sempre essere un passo più avanti degli altri, per cui vi mettete alla ricerca sfrenata di informazioni sui personaggi, in particolare sulle puntate che seguono.

Moltissimi telefilm che si trasmettono nella televisione italiana vengono dagli Stati Uniti o dalla Gran Bretagna. Non è difficile pensare che sapendo l’inglese, avrete la possibilità di accedere ai contenuti prima che arrivino in Italia, guardandoli in streaming  o in qualche canale straniero nel digitale terrestre.

I telefilm  in versione originale presentano  il vantaggio di introdurvi all’apprendimento dell’inglese attraverso un processo step-by-step (passo a passo). Per esempio, potete iniziare a guardarli con i sottotitoli in italiano o confrontando la puntata italiana con quella in lingua originale. Così facendo, vi abituerete rapidamente agli accenti dei personaggi e al vocabolario che si usa spesso nella serie. Non sono aspetti secondari visto che ascoltare una conversazione in una situazione quotidiana è ben diverso che ascoltarlo in una classe. Lezioni focalizzate sull’ascolto e sulla capacità di cogliere i dettagli di un dialogo sono tenute spesso se fate una vacanza studio all’estero. Se riflettete un momento, vi renderete conto che in questo secondo caso siete molto concentrati e avete quasi certamente un esercizio scritto relazionato con la parte d’ascolto, pertanto avete attivato tutti i recettori per captare l’informazione che l’esercizio vi richiede.

Lo stesso fenomeno si ottiene guardando una serie televisiva: siete concetratissimi, fissate costantemente i personaggi nell’attesa di una loro mossa o di una loro parola. Quello che non avete, però (e qui viene il bello!) è un esercizio davanti a voi che vi dica di riportare cosa dice la ragazza al ragazzo mentre sono al telefono. Siete voi stessi ad essere inconsapevolmente alla ricerca di qualcosa e quel qualcosa è appunto lo sviluppo della serie. A livello pedagogico, questo procedimento non ha rivali! Lo studente è immerso pienamente nell’esercizio d’ascolto, memorizzazione, elaborazione e riproduzione di quello che vede ed ascolta nel telefilm. Questo esercizio è utile se, ad esempio, siete tornati da poco da una vacanza studio a New York e non volete perdere i risultati ottenuti.  Nel giro di poco tempo, vedrete con che rapidità avanzerete e vi saprete muovere in  contesti madrelingua. Provare per credere!

Annunci

Pensate che l’inglese non faccia per voi? Non lasciatevi suggestionare dal voto dell’ultimo esame che avete fatto. Scegliete piuttosto di superare l’ostacolo con  vacanze studio in un paese anglofono, come gli Stati Unitiper esempio! Vivrete un’esperienza unica nella quale studio e divertimento costituiranno un binomio inscindibile!

Tra le tante, allettanti proposte che gli Stati Uniti offrono per vivere delle vacanze studio indimenticabile, una farà per voi se siete amanti dell’architettura, dell’ingegneria civile e soprattutto, dei ponti: San Francisco, California! 

Una città multiculturale, dinamica, poliedrica, in cui a farla da padroni sono il Golden Gate Bridge e l’Oakland Bay Bridge .

Il primo è forse il ponte sospeso più famoso del mondo. È verniciato di arancione, è imponente, ma soprattutto, è il protagonista indiscusso di tutti i film girati a San Francisco! Da Cruel Intentions a Superman, da 007 a L’uomo bicentenario, sono moltissimi i film ambientati totalmente o parzialmente in California che lasciano intravedere il Golden Gate Bridge.

Inaugurato nel 1937, il ponte è diventato simbolo della città ed è stato dichiarato Meraviglia del mondo dall’Associazione degli Ingegneri civili americani. Una curiosità: quando se ne iniziò la costruzione nel lontano 1933, fu predisposto un sistema di sicurezza costituito da una rete collocata nella parte inferiore del ponte. Un sistema all’avanguardia che avrebbe prevenuto molte morti sul lavori. 19 persone si salvarono grazie a questa protezione e decisero di fondare un club originale, denominato Halfway to hell club, il club a metà strada verso l’inferno!

L’altro ponte storico di San Francisco è l’Oakland Bay Bridge, e collega la città alla baia di Oakland. Se notoriamente pensate che il Golden Gate Bridge sia molto più antico dell’Oakland Bay Bridge, vi sbagliate, in quanto quest’ultimo è stato aperto sei mesi prima del suo collega! È un ponte a due piani ed inizialmente il piano superiore era predisposto al traffico automobilistico mentre il piano inferiore era adibito al trasporto di merci e al traffico ferroviario. Dal 1963, il ponte è predisposto esclusivamente al traffico automobilistico, con cinque corsie nel livello superiore ed altrettante nel livello inferiore. Il ponte si danneggiò nel terremoto del 1989, che causò la caduta di una sezione della porzione superiore. Attualmente, circa 270mila veicoli attraversano giornalmente entrambi i livelli, dunque non vi preoccupate: il ponte è transitabile senza problemi!

Ingegneria, architettura, storia concentrate in una sola città: San Francisco. La destinazione che farà delle vostre vacanze studio un’occasione per perfezionare l’inglese e vivere in pieno l’american way of life!