Nel 1929, in occasione della World Exposition di Barcellona, sul Montjuic furono costruiti vari edifici in rappresentanza delle nazioni partecipanti alla fiera. Il Montjuic è un colle vicino al mare, lungo il confine sud di Barcellona. Una meta imperdibile durante i soggiorni studio, soprattutto nei periodi caldi dell’anno.

La città catalana ha investito 25 milioni di dollari per questa fiera mondiale, per rendere l’evento indimenticabile e per far vedere il suo volto più grandioso al mondo. Alcuni di questi edifici–monumenti sono stati lasciati in disuso e poi abbattuti, altri, invece, sono ancora in buono stato e sono tra le attrazioni di sicuro interesse di Barcellona. Un totale di 29 nazioni hanno preso parte con i propri padiglioni alla fiera. Vi parteciparono inoltre alcune delle più grandi compagnie del tempo, il totale fu di più di mille opere in mostra.

L’ingresso alla mostra, in quel momento, avveniva attraverso Plaza España, tra le torri veneziane. Il punto di riferimento della mostra era il Palau Nacional. Si trova alla fine di Avenida de la Reina Maria Cristina. Il Palau Nacional è di 5000 metri quadrati, con una sala da ballo in cui possono trovare spazio 20.000 persone.

Lo Stadio olimpico Lluís Companys, è stato costruito nel 1927, per concorrere all’asegnazione delle olimpiadi poi svoltesi ad Amsterdam. Per dimensioni, è il secondo stadio della città, dopo il Nou Camp. In questo stadio, durante l’estate, si svolgono numerose manifestazioni; durante la stagione calcistica è lo stadio di casa del RCD Español.

Il Poble Español è ancora molto frequenatato dai turisti. L’obiettivo era di costruire su 20.000 metri quadrati, gli edifici più belli e più caratteristici di tutte le regioni della Spagna e poter vedere insieme molte delle caratteristiche architettoniche delle varie parti della Spagna. Ad esempio, il cancello è una replica delle porte di Ávila. Un totale di 117 edifici, tra cui chiese, monasteri, un municipio, in rappresentazione della cultura e dell’architettura Spagnola.

Montjuic è facilmente raggiungibile durante le vacanze studio a Barcellona, sia da Plaza Espana, che da una teleferica che parte dalla Barceloneta e sale direttamente fino alla cima del colle.

Annunci

StudyGlobal, anche quest’anno, sarà presente al “saló de l’ensenyament” di Barcellona. Il tour operator proporrà e informerà i partecipanti alla fiera sulle sue proposte di vacanze studio e sui corsi di lingua in tutto il mondo. Le oltre 100 destinazioni in 5 differenti continenti per imparare 8 differenti lingue.

Anche quest’anno al salone dell’insegnamento di Barcellona sarà presente l’agenzia online StudyGlobal. Il salone è dedicato all’insegnamento e porta alla fiera istituzioni e attività economiche legate al mondo dell’istruzione. Quest’anno siamo giunti alla XXIII edizione di questa manifestazione.

Le date della fiera sono tra il 21 e il 25 marzo presso il comprensorio fieristico di Montjuïc all’edifico numero 1. La fiera sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 19, tranne l’ultimo giorno (il 25) che sarà aperta dalle 10 alle 14. Il costo del biglietto di entrata intero sarà di 5 euro, mentre i gruppi numerosi e i giovani entreranno a 4.50 euro.

Alla fiera organizzata dalla Generalitat de Catalunya e dal dipartimento dell’istruzione saranno presenti istituzioni educative pubbliche e private: università, scuole superiori, associazioni legate all’educazione e molti attori economici legati al mondo dell’educazione in tutte le sue forme(da quella sportiva a quella linguistica).

StudyGlobal proporrà le vacanze studio e i soggiorni studio all’estero. Le mete proposte sono molte e sono disperse in tutto il mondo. Le scuole di lingua sono selezionte e professionali. Gli sette idiomi proposti per le lezioni sono: inglese, tedesco, francese, cinese, italiano, russo, portoghese.

I corsi di inglese a Londra sono solo una delle offerte di programmi che StudyGlobal proporrà alla fiera di Barcellona, le alternative più innovative comprendono: corsi di lingua + sport (surf, golf, vela, football, windsurf…); corsi di inglese + volontariato nei paesi in via di sviluppo del sudamerica; corsi di inglese + job (danno la possibilità, dopo un periodo di corso di inglese, di entrare nel mondo del lavoro all’estero).

Sono sempre di più le persone che decidono di non optare per le vacanze studio Londra, ma che decidono di scoprire il mondo e approfittano dei tanti programmi nuovi che StudyGlobal offre in tutto il mondo.

Anche le persone non più giovani avranno la possibilità, di trovare il corso di lingua più adatto alle loro esigenze.