vacanze studio ieltsIELTS è un acronimo che sta per International English Language Testing System. È un esame che si richiede agli studenti stranieri che vogliano studiare in Gran Bretagna, Australia, Nuova Zelanda e Canada o che semplicemente vogliano un certificato ufficiale che testi il loro livello di conoscenza della lingua inglese. Per passare questo esame è necessario prepararsi a fondo, e consolidare le proprie basi grammaticali e lessicali, orali e scritte. Potete prepararvi in diversi modi: una vacanza studio, un corso d’inglese intensivo, una buona grammatica, oppure semplicemente con un click! Il British Council, infatti, ha ideato per voi una pagina web, dove potete trovare una serie di risorse per prepararvi per l’esame. Al materiale per la preparazione per lo speaking (conversazione), il listening (comprensione orale), il reading (comprensione scritta) e il writing (composizione), si aggiungono una serie di testimonianze di alunni che hanno già sostenuto l’esame.
La sezione è suddivisa in tre sottosezioni: IELTS Tips (consigli per il IELTS); IELTS Interview Skills (competenze per la produzione orale nello IELTS), e finalmente IELTS Mock Papers, dove trovate degli esercizi di preparazione per il listening (comprensione orale).
I consigli nella sezione Tips, sono svariati e ve li danno direttamente degli studenti che poco tempo fa erano esattamente nella vostra stessa situazione! Vi raccomandano di non essere troppo prolissi nel writing, un rischio che potete correre nell’agitazione del momento, e il cui pericolo è che non centriate il tema, commettiate molti errori o semplicemente, che non riusciate a finirlo in tempo. Nel listening, vi consigliano di sottolineare le parole chiavi che si utilizzano, per poi inserirle nel vostro discorso: fondamentale se volete un bel voto!
Come prepararsi all'IELTSNella sezione IELTS Interview Skills, il British Council ha voluto darvi una serie di consigli da mettere in pratica nella parte di speaking: non memorizzate le risposte, perchè rischiate di fare confusione e mescolarle tra di loro, risultando incomprensibili. Mantenete il controllo: se perdete la calma, rischiate di non riuscire a terminare il vostro speaking, e non avete una seconda opportunità; lo speaking nello IELTS è una conversazione, dove l’obiettivo è dimostrare che siete fluidi e chiari quando parlate inglese, pertanto ricordatevi di essere spontanei, trasparenti e soprattutto, dire la verità per non complicarvi!
IELTS Mock papers è una sezione utile per allenare il listening, nonostante non ci siano molti esempi disponibili. Non vi resta che iniziare la preparazione e… in bocca al lupo con lo IELTS!

Spesso vi sarà capitato di dover definire il vostro livello di conoscenza linguistica in inglese o altre lingue e non sapere come dare una risposta “ufficiale”. Per esempio, se voleste prenotare delle vacanze studio per la preparazione di esami quali il TOEFL, IELTS, Cambridge, DELF o DELE, vi verrebbe richiesto un livello minimo pari al B1 o B2 in base alla scuola di lingua scelta.

Il Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle Lingue (QCER) si sviluppò tra il 1989 ed il 1996 attraverso un’approfondita ricerca di diversi gruppi di lavoro, i cui risultati furono consolidati dal Consolato Europeo per applicare uno standard a tutti gli esami di lingue europee. 

I livelli di riferimento del QCER sono quindi sei e sono ormai utilizzati dalla maggior parte degli enti  di certificazioni delle varie lingue europee:

  • A1 – LIVELLO BASE: lo studente riesce a comprendere ed utilizzare espressioni e frasi molto semplici. Può presentarsi e proporre e rispondere a domande su dettagli personali (es: il suo nome, da dove viene, dove vive).
  • A2 – LIVELLO ELEMENTARE: lo studente capisce frasi ed espressioni comuni. Riesce ad utilizzare frasi routinarie e che richiedono uno scambio semplice e diretto su argomenti familiari. Può descrivere in termini semplici aspetti riguardanti la propria origine ed il proprio ambiente.
  • B1 – LIVELLO PRE-INTERMEDIO: lo studente riesce a capire i punti principali di una conversazione su aspetti familiari riguardo al lavoro, la scuola, gli hobby e la maggior parte delle situazioni. Puo’ creare testi semplici riguardo argomenti di suo interesse o personali. Puo’ descrivere eventi, sogni, speranze e ambizioni e spiegare le proprie opinioni.
  • B2 – LIVELLO INTERMEDIO: lo studente può capire le idee principali di un testo complesso su temi concreti o astratti e sviluppare discussioni tecniche riguardo la sua specializzazione. Le sue espressioni sono fluide e spontanee e permettono una interazione normale con i nativi della lingua.
  • C1 – LIVELLO POST-INTERMEDIO: lo studente capisce vari testi complessi e lunghi e si esprime con naturalezza. Può inoltre sviluppare testi chiari e dettagliati, anche per scopi professionali, che presentano una struttura ben costruita.
  • C2 – LIVELLO AVANZATO: lo studente sa esprimersi in maniera molto spontanea e comprende tutto ciò che legge o sente, anche le sfumature di significato più complesse.

Quindi, vi consigliamo di fare fede a questa suddivisione tra livelli per comunicare il vostro reale livello di conoscenza linguistica, in quanto quando vi iscriverete ai soggiorni studio all’estero effettuerete test di livello che si atterrano a questa suddivisione!

 

Alessandra Bonardi