vacanze studio ieltsIELTS è un acronimo che sta per International English Language Testing System. È un esame che si richiede agli studenti stranieri che vogliano studiare in Gran Bretagna, Australia, Nuova Zelanda e Canada o che semplicemente vogliano un certificato ufficiale che testi il loro livello di conoscenza della lingua inglese. Per passare questo esame è necessario prepararsi a fondo, e consolidare le proprie basi grammaticali e lessicali, orali e scritte. Potete prepararvi in diversi modi: una vacanza studio, un corso d’inglese intensivo, una buona grammatica, oppure semplicemente con un click! Il British Council, infatti, ha ideato per voi una pagina web, dove potete trovare una serie di risorse per prepararvi per l’esame. Al materiale per la preparazione per lo speaking (conversazione), il listening (comprensione orale), il reading (comprensione scritta) e il writing (composizione), si aggiungono una serie di testimonianze di alunni che hanno già sostenuto l’esame.
La sezione è suddivisa in tre sottosezioni: IELTS Tips (consigli per il IELTS); IELTS Interview Skills (competenze per la produzione orale nello IELTS), e finalmente IELTS Mock Papers, dove trovate degli esercizi di preparazione per il listening (comprensione orale).
I consigli nella sezione Tips, sono svariati e ve li danno direttamente degli studenti che poco tempo fa erano esattamente nella vostra stessa situazione! Vi raccomandano di non essere troppo prolissi nel writing, un rischio che potete correre nell’agitazione del momento, e il cui pericolo è che non centriate il tema, commettiate molti errori o semplicemente, che non riusciate a finirlo in tempo. Nel listening, vi consigliano di sottolineare le parole chiavi che si utilizzano, per poi inserirle nel vostro discorso: fondamentale se volete un bel voto!
Come prepararsi all'IELTSNella sezione IELTS Interview Skills, il British Council ha voluto darvi una serie di consigli da mettere in pratica nella parte di speaking: non memorizzate le risposte, perchè rischiate di fare confusione e mescolarle tra di loro, risultando incomprensibili. Mantenete il controllo: se perdete la calma, rischiate di non riuscire a terminare il vostro speaking, e non avete una seconda opportunità; lo speaking nello IELTS è una conversazione, dove l’obiettivo è dimostrare che siete fluidi e chiari quando parlate inglese, pertanto ricordatevi di essere spontanei, trasparenti e soprattutto, dire la verità per non complicarvi!
IELTS Mock papers è una sezione utile per allenare il listening, nonostante non ci siano molti esempi disponibili. Non vi resta che iniziare la preparazione e… in bocca al lupo con lo IELTS!

Annunci

Ragazzi, siete alla ricerca di un pò di tregua dal caldo asfissiante? Le vacanze studio in Australia possono fare per te. Lì è estate!

E’ l’immagine che chiude, di solito, le notizia a Natale. Mentre tutti hanno i brivido di freddo a casa, un Babbo Natale in costume da bagno su una tavola da surf dallo schermo e ci ricorda che nell’emisfero sud è esattamente l’opposto, è estate. Ora che si inizierà presto a lamentarsi del caldo soffocante dell’estate, la nostra immaginazione può volare in Australia per sentire l’aria fredda delle temperature invernali di questo periodo dell’anno.


Le località sciistiche australiane sono in gran parte concentrati negli stati del New South Wales, Victoria e Tasmania. La stagione inizia a giugno e dura fino ad ottobre.La stazione sciistica di Perisher in New South Wales ha annunciato la scorsa settimana un numero record di visitatori durante il secondo fine settimana di giugno, una buona notizia per gli sport invernali in Australia, minacciati dal riscaldamento globale e che lo scorso anno non avevano passato buona stagione, con una diminuzione sensibile del numero di sciatori.

Insieme a Persiher, le stazioni Asutraliane più popolari sono Mount Buller, Mount Baw Baw e Thredbo.

In Australia, e come potrebbe essere altrimenti, non si respira il formalismo delle stazioni svizzere o italiane. Le giornate di sci con il cielo blu si alternano a serate di festa, campionati di acrobazie su snowboard, sci notturno giorni di sci.

Con i soggiorni studio in australia non solo potrete imparare l’inglese come con le vacanze studio a Londra, ma avrete anche la possibilità, se vorrete, di sciare in pieno agosto.

Durante le vostre prossime vacanze studio in Australia potrete non solo sperimentare i grandi spazi, ma anche la cucina del luogo.

Non si può dire che esiste una cucina tipica australiana, ma piuttosto una miscela di cucine, principalmente Europee e Asiatiche. Tuttavia, ci sono ristoranti australiani che rivendicano una propria personalità, come è il caso di chi offre piatti ispirati alla cucina aborigena. La verità è che in Australia si mangia di tutto, molto fast food (colpevole, probabilmente, dell’alto tasso di) agli eccellenti frutti di mare, una grande varietà di cucina asiatica (tailandese, vietnamita, indiana, giapponese, cinese, coreano, Indonesia …) ed europee (soprattutto italiana e greca).

La dieta tipica australiana consiste, di solito, in un sacco di carne (in realtà è un paese con una produzione di bestiame molto importante) da asporto, perché gli australiani tendono a mangiare sul posto di lavoro. Tuttavia, nonostante il fatto che l’Australia sia circondata dal mare, non consumano tanto pesce (anche se è popolare il fish and chips), ma vale la pena provare il delizioso barramundi o le ostriche enormi australiani e perfino lo squalo, che di solito è anche un pesce economico.

Nei ristoranti si può mangiare canguro australiano, coccodrillo e persino Opossum. Anche in Australia, che è tra i principali esportatori di vino nel mondo, ci sono tutti i tipi di vino: rosso, bianco, rosa… La maggior parte dei ristoranti sono BYO (portare in proprio), il che significa che dovete portare la vostra bottiglia di vino da casa perché questi ristoranti non hanno la licenza per vendere alcolici.

I dolci tipici australiani sono i Lamington (cubetti di pan di spagna ricoperti di cioccolato e cocco grattugiato) o i Pavlova (fatto con meringa e con il frutto della passione).

Un altro prodotto tipico australiano è il vegemite, un impasto marrone scuro da spalmare sul pane tostato per la prima colazione, solitamente per gli stranieri ha un sapore piuttosto sgradevole. Tuttavia, gli australiani sono abituati a mangiare il loro vegemite fin da bambini; consiste principalmente di estratto di lievito, perché è una fonte importante di vitamina B.

In Australia si può anche trovare facilmente i prodotti biologici e menù alternativi per i vegetariani. Se quest’anno non avete optato per i corsi di inglese a Londra ma avete preferito la lontana Australia, buon viaggio e buon appetito.

Durante questo 2012, mentre chi frequenta le vacanze studio inghilterra potrà vedere a Belfast la celebrazione del centenario del Titanic, un magnate australiano ha deciso di ricostruire il celebre transatlantico affondato.

Si chiama Clive Palmer il milionario australiano che proprio nell’anniversario dell’incidente che provocò la morta a 1500 persone, ha deciso di investire una grossissima somma in un impresa titanica, la ricostruzione della celebre nave, alla faccia della superstizione.

Naturalmente il Titanic II sarà una versione high tech del suo antenato e solcherà i mari solo a partire dal 2016. La riproduzione, secondo il cantiere cinese Csc Jinling che è stato incaricato dei lavori, sarà fedele all’originale il più possibile. L’arredamento sarà assolutamente uguale a quello originate così come le decorazioni e la struttura stessa della nave. Le grandi differenze saranno invisibili. Tutto l’impianto di navigazione e gli strumenti di bordo saranno assolutamente all’avanguardia e supersofisticati. Il progetto arriverà a costare una cifra considerevole ma, secondo il magnate australiano, questa nave è destinata ad avere successo e a conquistare i viaggiatori di tutto il mondo, non solo quelli australiani.

Senza dubbio, visto il risalto avuto dalla notizia sui media di tutto il mondo, la scelta per ora sempra essere azzeccata dan un punto di vista mediatico e di marketing. Il finanziatore del lussuoso Titanic II assicura che sarà un’esperienza unica, che la nave sarà assolutamente identica, soprattutto nei dettagli più lussuosi, e che grazie alle più moderne tecnologie i rischi di una seconda catastrofe fanno preoccupare solo i più superstiziosi.

In attesa del varo del Titanic II, che come abbiamo detto, dovrebbe avvenire nel 2016, non ci resta che rivivere le atmosfere e la storia dell’originale. I fortunati che durante quest’estate passeranno le vacanze studio a Belfast potranno assistere al Titanic Festival e a molti altri eventi creati per il centenario del celebre transatlantico. Vale la pena, inoltre, osservare come sia cambiato il mondo: il Titanic originale su costruito in Inghilterra, a Belfast, nel cantiere più importante della nazione, la sua copia verrà costruita in cina da una cantiere navale orgoglio del governo di Pechino.

Tutti i viaggiatori non scaramantici sono invitati, tra qualche anno, al viaggio innaugurale del Titanic II.