Alberto Tomba, atleta campione

19/03/2012

In quest’articolo non parlerò di vacanze studio o di corsi di inglese a Londra, ma di un eroe sportivo italiano. Esattamente 13 anni fa, il 15 marzo 1995 Tomba vinceva la coppa del mondo genarale di sci alpino.

Alberto Tomba nasce a Bologna il 19 dicembre 1966. Albertone  è stato il miglior sciatore italiano di tutti i tempi. Per numero di vittorie conseguite è secondo solo a due mostri sacri dello sci: Ingemar Stenmark e Hermann Maier. Il suo stile aggressivo nelle discipline tecniche lo hanno reso famoso e apprezzato da tutto il circo bianco. La sua carriera è costellata di vittorie, tra le più importanti troviamo: due ori olimpici in gigante a Calgary nel 1988 e ad Albertville nel 1992, un oro olimpico in slalom sempre a Calgary e naturalmente la coppa del mondo generale di sci nel 1995. Di coppe di specialità, sia per lo slalom speciale sia per il gigante, ne ha vinte ben più di una, 8 totali, 4 per specialità, tra il 1988 e il 1995. Questi dati impressionanti lo portano ad assere considerato il migliore di sempre nelle discipline tecniche. Al conteggio mancano 2 argenti olimpici, 2 ori e 2 bronzi ai mondiali di sci. Arrivò sul podio durante le coppe del mondo che disputò per ben 88 volte.

Ma Alberto Tomba, per quelli della mia generazione è più che dei freddi numeri. Quando sento questo nome mi tornano alla mente i pranzi dai nonni la domenica, le seconde manche guardate con tutta la famiglia (almeno 12 persone) davanti ai tortellini in brodo ad urlare e tifare per Tomba “la Bomba”. In quegli anni, inoltre, scendeva una certa Debora Compagnoni, che non faceva certo sfigurare la compagnine femminile italiana.

Nel 1998 Alberto Tomba si ritirò dalle gare, dopo una stagione deludente e un infortunio. Il vuoto lasciato da Alberto deve ancora essere riempito, ma i risultati della nostra squadra, quest’anno, sono veramente rassicuranti e fanno pensare che un nuovo Tomba possa arrivare da un momento all’altro a movimentare le mattine durante i week end invernali.

Dopo una breve avventura nel cinema, con un film che non nominerò neanche, tomba e tornato nell’ombra, lo si può vedere all’arrivo delle piste italiane quando la coppa del mondo arriva in Val Gardena o in alta Badia a tifare per i colori azzurri che una volta ha portato sul tetto del mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: